© 2017 by Stevegarden Srls

  • Instagram Social Icon

Creazione Giardini Zen

I giardini zen sono definiti anche col termine giapponese karesansui e sono un tipo di giardino secco nato nei monasteri zen per favorire la preghiera e la meditazione dei monaci.

Secondo la dottrina buddista, il giardino Zen è un luogo che simboleggia gli elementi naturali e facilita la meditazione comunicando calma e serenità. Non si tratta quindi di un semplice ornamento e la sua creazione e la  “manutenzione” presuppongono una adeguata conoscenza della

filosofia orientale.

Nato in Giappone molti secoli fa, il giardino zen è sempre stato associato alla spiritualità buddista, tuttavia fu solo nel

VI secolo d. C. che cominciò ad evolversi e ad assumere la valenza con la quale lo conosciamo oggi, quando cioè cominciò ad avere dimensioni maggiori, in modo che fosse possibile accedere al suo interno oltre che passeggiarvi intorno durante la meditazione, e i sacerdoti Zen cominciarono ad assegnargli la funzione di guidare verso una comprensione più profonda della dottrina.

Il giardino giapponese ispira sentimenti di tranquillità, di calma e di serenità, è un angolo di riposo che ci si concede lontano dalla città e dai ritmi frenetici del vivere moderno.

Essenziale è il rispetto della natura e delle sue leggi ma anche l’ ospitalità, per stupire ed emozionare gli ospiti della casa. Durante tutto l’ anno deve accompagnare il padrone di casa nel cammino delle stagioni oppure come nel caso del giardino zen deve rimanere immutato, come un quadro da guardare che ispira sentimenti profondi.

L’ equilibrio è il vero protagonista del giardino, equilibrio tra le parti: non vi devono essere elementi troppo grandi, pesanti o scuri, oppure devono essere controbilanciati da altri piu’ piccoli, leggeri, chiari.

 

E’ il principio dello Yin e dello Yang,

ogni cosa è controbilanciata, ha il suo opposto, che non vuol dire simmetria anzi, l’assimetria e un impressione di ordine

devono tessere la trama del giardino.

Ci sono 3 elementi basilari indispensabile:

che sono acqua, roccia e verde.


-L’acqua significa Vita, senza l’acqua non si può vivere.
L’acqua deve scorrere da est ad ovest, come il sorgere ed il tramontare del sole.

-Le rocce  formano un punto di pace e serenità nel giardino. Forme rotonde portano atmosfera e pace. La posizione e importante, la roccia deve dare l’impressione che sia lì da sempre.

Il giardino deve essere verde tutto l’anno, soltanto nella primavera è concessa la fioritura di alcuni arbusti quali l”azalea, il rododendro, la camelia ecc.
Il giardino deve essere equilibrato, né troppo grande , né troppo piccolo.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now